TRE SANTI. Dry Gin

Il gin è una bevanda alcolica, solitamente incolore, ottenuta per distillazione di un fermentato ricavato solitamente da cereali o patate in cui viene messa a macerare una miscela di erbe, spezie, piante, bacche e radici: i botanicals (in italiano “botaniche”). Tra queste devono essere sempre presenti i galbuli di ginepro che caratterizzano il profumo e il gusto. Il nome del distillato deriva proprio da questa pianta.

Perché Gin Tre Santi?
Fino ai primi del Novecento nelle campagne dell’Italia centrale si usava bruciare un ramo di Ginepro la sera di Natale, di San Silvestro e dell’Epifania. Se ne conservava il carbone per poi impiegarlo durante l’anno in tanti rimedi magici. Sempre nella notte di Natale, si appendevano dei rami di Ginepro sulla porta delle stalle per proteggere gli animali dai malefici. In tutti i tempi e presso tutti i popoli a questa pianta è attribuito il ruolo di protettore contro le malattie, ma anche contro gli spiriti malvagi e le forze del male. Per questo motivo in diversi paesi si piantavano i ginepri vicino alle abitazioni, oppure se ne appendeva un ramo sulle porte delle case per tenere lontane le streghe.

Il Ginepro, secondo la tradizione, avrebbe protetto Maria mentre era in fuga dai soldati di Erode e sarebbe anche la pianta il cui legno venne usato per fabbricare la croce di Gesù. Nell’antichità si riteneva che le sue bacche avessero il potere di risparmiare gli uomini dai morsi dei serpenti. Essendo poi il serpente simbolo del demonio, al Ginepro venne attribuito anche il potere di tenere lontano dall’uomo il male e il peccato. È curioso notare come questa pianta sia caratterizzata dal numero tre: tre sono le foglie, tre le bacche, tre le bratee, tre i semi, tre gli anni per maturare e tre sono gli organi che beneficiano della sua azione terapeutica: fegato, rene e articolazioni.

A dare corpo al nostro progetto e al nome “Tre Santi”, la storia della città di Terni che vanta tre santi protettori: Valentino, protettore degli innamorati, Procolo e Anastasio, ognuno di loro vescovo della medesima diocesi.

 

Girolamo Troppa (bottega) Cattedrale di Terni.I tre santi vescovi protettori di Terni, Procolo, Anastasio e Valentino

Ci siamo occupati di
Naming
Progettazione logo
Illustrazioni e layout etichetta
e packaging

_
Anno 2020
web instagram

_